Spaghetti all’acqua pazza

Pesce fresco, pasta delicata e pomodorini succosi, questi sono i protagonisti degli spaghetti all’acqua pazza, un piatto che racchiude l’anima e la passione della tradizione campana. Nato dalla creatività e dall’ingegno dei pescatori, questo piatto si è trasformato in una sinfonia di sapori realizzata oggi con pesci come l’orata.

Gli spaghetti all’acqua pazza sono più di un semplice primo piatto. Si racconta che fosse uno dei piatti preferiti del grande Totò, un omaggio alla sua Napoli. Portare in tavola questo piatto è come lasciare entrare una brezza fresca e profumata. Ecco gli spaghetti all’acqua pazza, un invito a condividere un momento speciale, un abbraccio caloroso dei sapori autentici.

Difficoltà

Facile

Preparazione

20 min

Dosi per:

4 persone

INGREDIENTI

Spaghetti 400 g
Orata 800 g
Pomodori di Pachino 500 g
Cipolle ½
Aglio 1 spicchio
Vino bianco secco 50 ml
Prezzemolo da tritare q.b.
Olio extravergine d'oliva q.b.
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.

Per il fumetto insaporitore:

Vino bianco secco 100 ml
Cipolle ½
Porri ½
Aglio 1 spicchio
Acqua q.b.
Olio extravergine d'oliva q.b.
Prezzemolo da tritare q.b.
Pepe nero in grani q.b.
Sale fino q.b.

SCOPRI LE ALTRE RICETTE

Pasta con pomodorini datterini e stracchino

Portate a bollore una pentola con acqua salata. Ponete due terzi dello stracchino nel mixer, aggiungete anche metà dei pomodorini precedentemente lavati. Aggiungete ai due ingredienti principali della ricetta sale, pepe e origano fresco. Infine, versate 3 cucchiai di olio di oliva.

Frittata con pomodori e basilico

Affettate finemente la cipolla e, dopo averli lavati e asciugati, tagliate i pomodorini datterini. In una ciotola versate le uova e sbattete con una frusta.

PASSAGGI

1. Inizia pulendo l'orata. Conserva gli scarti (circa 500 g) per il fumetto. Sciacqua il pesce sotto l'acqua fresca, elimina la testa e ricava i filetti con un coltello flessibile. Togli le lische con una pinza da cucina, taglia i filetti a cubetti e mettili da parte.
2. Utilizza gli scarti dell'orata (escludendo l'intestino) per preparare il fumetto. In una pentola, fai soffriggere cipolla e porro in un filo d'olio, aggiungi l'aglio e gli scarti del pesce. Versa il vino e lascialo sfumare, poi copri con l'acqua e aggiungi pepe e prezzemolo. Lascia cuocere per 30 minuti, poi filtra il fumetto e tienilo da parte.
3. Porta al bollore una pentola con acqua salata e cuoci gli spaghetti al dente. È il momento di dare forma al cuore della tua ricetta, seguendo la tradizione.
4. Lava i pomodorini Pachino e tagliali a metà. Il loro sapore fresco e dolce darà vita e colore al tuo piatto.
5. In una padella calda, rosola cipolla e aglio in olio d'oliva, poi aggiungi i pomodorini e i bocconcini di pesce. Sfuma con il vino bianco, lascialo evaporare e versa un mestolo di fumetto caldo. Salta, pepa e profuma con il prezzemolo tritato. La magia sta prendendo forma!
6. Scola gli spaghetti al dente e versali nella padella con il sugo. Mescola bene a fiamma alta fino a far insaporire la pasta. Spegni il fuoco e servi gli spaghetti all'acqua pazza ben caldi, offrendo un piatto che è un abbraccio caloroso dai sapori autentici. Buon appetito!